WhereApp

L'informazione certificata
e georeferenziata
di pubblica utilità.

Archivio

Nell'Archivio di WhereApp trovi tutti gli articoli passati ordinati per mese ed anno.

Archivio mensile settembre 2017

Giornata Mondiale del Turismo

Oggi, 27 Settembre, in tutto il mondo si celebra la Giornata Mondiale del Turismo, organizzata dall’Unwto, (United Nations World Tourism Organization).
Mai come quest’anno l’Italia non può non festeggiarla. Il 2017 per il nostro paese è stato, infatti, l’anno in cui il turismo ha visto la sua maggiore crescita degli ultimi anni. Quella appena passata è stata considerata un’estate da record, con un complessivo +12,5% di visitatori.

Turismo in Italia

Quest’estate l’Italia ha ricevuto un grande flusso di visitatori, tanto che i dati emersi negli ultimi mesi, raccolti dalla Direzione Generale Turismo del MiBACT e da ENIT, confermano la tendenza positiva di inizio anno e fanno prevedere un 2017 da record.

Mare al primo posto

Con una crescita del 16% rispetto al 2016, tra giungo, luglio e agosto, il mare si posiziona al primo posto con 90 milioni di presenze negli stabilimenti balneari. Il primato delle regioni più amate quest’anno va all’Emilia Romagna, seguita da Puglia e Sicilia. Complessivamente si è registrato un aumento del 5% di turisti stranieri.

Musei

Quest’anno, inoltre, si è registrato un notevole aumento di visitatori nei musei. Con un tasso di crescita pari al doppio di quello registrato un anno fa. Se vuoi scoprire quali sono i musei più amati dai visitatori clicca qui.

Cresce il turismo sostenibile

Ottimi dati anche per quanto riguarda il turismo sostenibile. Si è registrato, infatti, un incremento del 74% di presenze nelle aree rurali e nella frequentazione dei cammini, il più importante quello della Via Francigena.

Turismo mondiale

Anche a livello mondiale il turismo si conferma un settore in grande e costante crescita.
Nella prima metà del 2017 si è registrata la miglior performance dal 2010, con un totale di 598 milioni di turisti internazionali (36 milioni in più rispetto allo stesso periodo del 2016).

 

 

Quali sono i musei più amati in Italia?

Dal Museo Egizio di Torino al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, sono tanti i musei italiani… Quali sono, però, i più amati dai visitatori? A rispondere a questa domanda ci pensa TripAdvisor. Il sito di viaggi ha infatti annunciato i vincitori dei premi “Traveler’s Choice 2017”. I risultati provengono da un algoritmo che ha preso in considerazione la quantità e la qualità delle recensioni ricevute da ciascun museo.

I musei più amati

Nel 2017 domina la top ten dei più apprezzati dai visitatori internazionali il Museo Egizio di Torino, che si classifica al nono posto anche nella classifica dei top ten europei. In seconda posizione troviamo gli Uffizi, rimanendo a Firenze, segue la Galleria dell’Accademia. A Roma la Galleria Borghese si trova in quarta posizione e restando sempre nella Capitale seguono i Musei Vaticani e Castel Sant’Angelo. Il museo Nazionale del Cinema di Torino e la Collezione Peggy Guggenheim sono rispettivamente settimo e ottavo. Chiudono la top ten il Museo dell’Automobile di Torino e il Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Top 3 Europa 

A livello europeo, secondo i visitatori, meritano il podio rispettivamente il Musée d’Orsay di Parigi, il Palazzo d’inverno e Hermitage a San Pietroburgo ed infine il Museo dell’Acropoli di Atene.

Top 3 Mondo

Per quando riguarda la top 3 del Mondo in prima posizione si trova The Metropolitan Museum of Art di New York, seguito dal Museo Nazionale della Seconda Guerra Mondiale di New Orleans e il Musée d’Orsay a Parigi.

 

 

 

 

 

 

Le chiese “segrete” più belle d’Italia.

Affascinanti, misteriose, incantevoli… Sono le chiese “segrete” più belle d’Italia. Edifici che si trovano incastonati tra le rocce o nella pietra, a strapiombo su un dirupo, sulla cima di una montagna o a picco sul mare. Da Nord a Sud, secondo Skyscanner, sono tante le chiese nascoste presenti in Italia e sono assolutamente da vedere!

Le chiese “segrete”

Santuario di San Besso, Valle d’Aosta. 

Si trova all’interno del Parco Nazionale del Gran Paradiso. Una credenza narra che San Besso precipitò dallo sperone roccioso morendo sotto gli occhi di tanti pastori invidiosi del suo gregge e fu proprio intorno a quella rupe che nacque il suo santuario.

 

Sacra di San Michele, Sant’Ambrogio di Torino

La Sacra di San Michele è il monumento simbolo del Piemonte e dell’architettura romanico-gotiche. Inoltre è il luogo che ha ispirato Umberto Eco per il celebre best-seller Il Nome della Rosa.

 

Tempio del Valadier, Ancona

Si tratta di un vero e proprio tempio nascosto, uno di quelli di cui si parla nei libri o nei film eppure esiste davvero e si trova a Genga in provincia di Ancona. Fu fatto costruire da Papa Leone XII; dalle fessure del monte si scorge la natura incontrastata di questo luogo, che fa parte della zona delle Grotte di Frasassi.

 

Chiesa di Santa Maria di Idris, Matera

Una chiesa scavata nella roccia proprio all’intero della “Città dei Sassi”. In realtà sono tante le chiese “rupestri”presenti nella zona dei “Sassi”, ma Santa Maria di Idris è la chiesa che predomina tutto il centro storico del fantastico patrimonio culturale Unesco che è Matera.

Santuario Maria dell’Isola, Tropea

Il Santuario di Santa Maria dell’Isola rappresenta il simbolo della “perla del Tirreno”. In passato l’isolotto su cui sorge il Santuario era staccato dalla terra ferma e per questo si crede che fosse diventata una terra di eremiti. A seguito del sisma del 1783 e dell’onda anomala scaturita da esso l’isola venne allineata a Tropea. Qui, inoltre, in estate è possibile assistere ad una suggestiva processione sull’acqua.

 

 

Bere caffè fa bene alla salute?

Il Caffè: espresso, macchiato, lungo, corto, decaffeinato, corretto, schiumato… Sono tante le tipologie esistenti, ma berlo fa bene alla salute?

Mediamente circa il 95% degli italiani beve caffè ed il 27% di essi ne beve più di 3 al giorno. Dopo l’acqua, è la seconda bevanda più consumata al mondo, ma fino a qualche anno fa si era convinti che il suo consumo causasse effetti collaterali alla salute per il suo alto contenuto di caffeina. Ultimamente, però grazie a recenti ricerche si è affermato che il caffè non fa male alla salute, anzi berlo in quantità moderata fa bene al corpo.

I benefici del caffè sulla salute

Nello specifico, però, quali sono i benefici che l’assunzione di caffè porta al nostro corpo?

Potrebbe dimezzare il rischio di cancro al fegato:

Berne fino a cinque tazzine al giorno potrebbe dimezzare il rischio di cancro al fegato. A rivelarlo è uno studio della University of Southampton in Gran Bretagna. Gli esperti hanno scoperto che il consumo di un solo caffè al giorno riduce il rischio del 20% (un quinto). Nel corso della ricerca è emerso come la caffeina ha un ruolo centrale nel potere protettivo esercitato dal caffè in quanto il decaffeinato è risultato meno protettivo.

Aumenta i livelli di energia

Questa è sicuramente la caratteristica più conosciuta in quanto è anche il motivo per cui molti di noi bevono caffè. Difatti una delle principali proprietà della caffeina è quella di stimolare il cervello, aumentando la concentrazione.

Diminuisce il rischio di Alzheimer e demenza senile

Una ricerca dell’Università della Florida del Sud e dell’Università di Miami condotta su una fascia d’età compresa tra i 60/70 anni rivela che le persone con un indice maggiore di caffeina nel sangue tardano a sviluppare l’Alzheimer rispetto a chi non assume caffè. Questo grazie agli antiossidanti e agli altri nutrienti essenziali che lo compongono.

Ideale per trattamenti di Bellezza

Così come per il cioccolato (qui per sapere di più) anche il caffè può essere considerato un alleato per la Bellezza. Molto più spesso infatti viene usato per trattamenti di bellezza “fai da te”, ma anche dalle più grandi case di cosmesi. Viene considerato un alleato per combattere la cellulite e l’accumulo di cellule morte, inoltre aiuta la circolazione ed è protettivo per la comparsa di rughe e macchie della pelle.